domenica, dicembre 15, 2013

David N.Laser: spiega il sistema giuridico americano

Questa seconda intervista sulla struttura federale americana risale al 2005. Il giudice Laser di recente è salito alla ribalta per aver prosciolto i famosi "Tre di West Memphis", tre giovani che molti anni fa vennero accusati dell'efferato delitto di tre bambini. Il caso esplose grazie anche all'interessamento di alcuni personaggi del mondo dello spettacolo.

Il giudice Laser ci ha promesso un'intervista anche in merito a questo proscioglimento, però intanto questo è quanto ci disse in merito alla struttura giuridica federale degli USA e dello Stato dell'Arkansas in particolare.


 
David Laser, nato nel 1941 a Forrest City, Arkansas, conduce udienze e processi in varie corti di giustizia dell’Arkansas,  trattando diritto criminale, civile, domestico,  testamentario, delinquenza giovanile, procedimento con giuria; senza  giuria. 

A lui chiedo di spiegare come il sistema federale si integri con quello giudiziario nel suo Stato. 

 Il giudice Laser  fa notare come il federalismo connoti la separazione tra lo Stato e il Governo centrale, con Stati aventi diritti primari, anche se acquisiti dalla legge federale.

 Lo Stato e le corti federali sono separate. 

In America ogni Stato ha la sua legislatura, il suo governatore, leggi e sistema di corti separate rispetto al governo federale. 

Le leggi dello Stato coprono problematiche dentro gli Stati.  Le leggi federali coprono argomenti che  trascendono i confini  ed attuano la federazione come un  tutto. Le leggi di Stato non possono essere violate dalla Costituzione della federazione degli Usa, o dalla Costituzione di un certo Stato.

 Le leggi federali possono "impadronirsi" di un certo settore, come per il commercio, la qual cosa vuol dire che gli Stati devono conformarsi alle leggi federali. 

Il processo che ha portato gli Stati Uniti d’America ad abbracciare il federalismo quale forma di governo, non è stato indolore. Questa forma di governo è stata posta in essere, infatti,  dopo una guerra rivoluzionaria e nel periodo immediatamente  successivo all’Indipendenza dall’Inghilterra. 

 Da un punto di vista giuridico, Laser ci spiega che la Corte Suprema è  la più alta Corte negli Stati Uniti e costituisce  l’ultima parola su tutti i problemi. Di solito tratta l’interpretazione delle leggi federali o la costituzionalità delle leggi dello Stato. 

Siccome materia di rilievo, i giudici delle Corti Supreme di Giustizia degli Stati Uniti, sono considerati i più importanti.  Poi, ci sono i giudici federali (processo ed appello). I giudici della corte d’appello; i giudici di un processo (giurisdizione generale), e speciale (tribunale di  circoscrizione giudiziaria, municipale, corte di giustizia di primo grado). 

I giudici rappresentano i vari  livelli nel sistema statale. Nello specifico questa è  la struttura giuridica dello Stato dell’Arkansas. I  tribunali per rivendicare piccoli reati come le infrazioni al codice stradale, sono chiamati tribunali municipali, o corti circoscrizionali. 

Poi ci sono le circoscrizioni giudiziarie. Queste si occupano d’ogni genere di problema civile e criminale, incluse le relazioni domestiche (divorzi, custodia dei figli, e così via),  copie autenticate di testamenti ( testamenti e beni materiali),  ingiunzioni, dispute sui confini, emissione delle imposte, vertenze di offese alla persona ed ogni genere di casi criminali.

Continuiamo con la corte d’appello che esamina gli appelli basati sulla documentazione del processo di primo grado, eccetto certi casi di prima impronta o implicanti questioni giurisdizionali. Infine c’è la Corte Suprema dell’Arkansas la quale esamina appelli di prima impronta, problemi costituzionali, problemi giurisdizionali e casi di pena di morte. 

C’è netta separazione di carriera tra il pubblico ministero ed  il giudice, anche se un apprezzabile numero di pubblici ministeri alla fine correrà per diventare giudice. 

 In merito a ciò, sappiamo che c’è una particolare elezione per i giudici di Stato.  Il candidato deve essere un avvocato con diversi anni d’esperienza, e dovrà annunciare che correrà per le elezioni, pagando una quota per la registrazione oppure raccogliendo firme con una petizione.

 I giudici corrono senza alcun atto di partigianeria verso alcun schieramento politico. 

L’elezione è a maggio e anche se il candidato più forte ottenesse più del 50% di voti,  ci sarebbe pur sempre una corsa a novembre per determinare il vincitore. La durata  dell’incarico va dai quattro agli otto anni. 

I giudici federali, invece, non sono eletti, ma designati a vita da nomina del Presidente degli Stati Uniti e dal parere e consenso del Senato degli Stati Uniti. 

 I problemi che affliggono il lavoro nei tribunali, e  lo Stato dell’Arkansas,  sono l’elevato numero di cause da discutere,  e le insufficienti capacità del tribunale di farvi fronte. 

 La droga e la povertà costituiscono due potenti armi da distruggere.

In merito alla questione Europa Federale, Laser ammette quanto sia difficile poter fare una comparazione tra il sistema americano e quello che si andrà a poco a poco attuando nel Vecchio Continente. E questo per varie ragioni.  

I Paesi Europei, anzitutto, appaiono impregnati di differenze politiche e culturali molto più nette e marcate  che non gli “Stati Separati d’America” quando il Paese si formò.

 I Paesi Europei sono largamente indipendenti, gli uni agli altri, per tradizioni, culture, e di certo, il sistema federale,  “inserito” all’interno dell’Europa Unita, darà luogo a più di una sfida,  rispetto al Governo Federale Americano.

Anna Maria Polidori

Nessun commento: