lunedì, luglio 19, 2004

Bert e Connie Grayson: due americani a Caifiordi

Bert e Connie Grayson sono due miei specialissimi vicini di casa. Sono americani; vivono a West Memphis, nell’Arkansas, ed hanno acquistato a circa due chilometri da Morena, in una località che prende il nome di Caifiordi. Un luogo molto emozionante e carico di storia.

La strada impervia ed imbrecciata che mi accompagna verso Caifiordi vecchio è densa di suggestioni, e si staglia su un panorama romantico, composto da fascinose e prospere colline, da un cielo d’un azzurro terso, in certi casi “spruzzato” da un po’ di nuvole bianche e paffute.

L’odore di lavanda m’investe appena scendo dalla mia automobile. La casa in pietra di Bert e Connie ha una storia profonda. Sappiamo che il proprietario più influente fu un tale Ubaldo, nonno dell’attuale proprietario del bar di Morena, Ubaldo Brunelli. Da un po’ d’anni a questa parte venne acquistata da un tale residente in Veneto che la riaggiustò, ridandole il vecchio smalto d’un tempo; passò poi di proprietà ad un insegnante tedesco, che infine la vendette a Bert e Connie, che, no, proprio non hanno alcuna intenzione di mollare il nostro luogo, ma che anzi!, lo hanno scelto per il loro futuro.

Sorseggiando una coca-cola, Connie mi spiega che “qui può ritrovare l’equilibrio che in America, manco se volesse, potrebbe in alcun modo raggiungere. Parliamo di quella semplicità e di quella normalità che nel nostro Paese sta scomparendo.”.



Qual è il tuo lavoro, Connie?
Ricopro la carica di pubblico ministero, in America. Ed è dura, mi devi credere! Lavoro moltissime ore durante la settimana, anche se ora va un po’ meglio. Io sono originaria dello Stato del Kentucky, uno dei più antichi, e faccio parte di una famiglia d’avvocati. Dopo essermi sposata, per esigenze di lavoro mi sono trasferita in Florida. E lì lavoravo sodo, anche 60 o 70 ore per settimana.

La mia felicità è avere la consapevolezza di avere un luogo speciale in cui potermi rifugiare come questo, che mi riempie il cuore di gioia e di serenità.



Quali sono i tuoi hobbies?
Nel tempo libero adoro leggere; ho passione per l’arte. Amo tutto ciò che è bello ed armonioso. Adoro preparare begli oggetti in ceramica; mi rilassa dipingere.



Bert, parlami di te…
Sono nato nello stato del New Haven. Ho 64 anni. Per diverso tempo ho lavorato in un giornale; poi sono entrato a far parte di una grande società di New York. La sede della mia azienda era a Houston, in Texas.Mi sono occupato, stando nell’area della vice-presidenza di dare in leasing a molte aziende come Avon e Tupperwear, flotte di automobili e camion. E’ stato un lavoro gratificante. Ora sono in pensione e lavoro part-time in una concessionaria di un mio amico che vende automobili di lusso. Ed ho ricominciato a scrivere per un giornale di automobili.



Perché l’Umbria?

Io e mia moglie Connie volevamo poter acquistare una casa in un luogo che fosse speciale. Un posto dove la tranquillità facesse da leit-motiv allo scorrere delle nostre vite.

Eravamo incerti sulla scelta. La scelta poteva cadere benissimo in uno stato americano. Ma sinceramente, avendo girato in lungo ed in largo il nostro Paese, abbiamo creduto che fosse più opportuno qualcosa di più speciale, di unico. Abbiamo trovato la casa su internet.



Voi siete molto ospitali…
Sì; amiamo la compagnia e vogliamo che la nostra casa possa essere aperta ai nostri amici e possa presentarsi un luogo distensivo in cui poter leggere un buon libro, giocare a scacchi o dipingere.

Vogliamo che la nostra casa possa trasmettere e dare amore alle persone che la visitano.

Siamo molto amichevoli.



Quanti figli avete?
Cinque.



Siete felici?
Qui è impossibile non esserlo!





Nessun commento: